Forum di 2cv & Derivate

Forum di 2cv & Derivate


 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 TRACTION AVANT

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Patatony
fedeltà
fedeltà
avatar

Numero di messaggi : 899
Data d'iscrizione : 16.04.09
Età : 53
Località : Viù

MessaggioTitolo: TRACTION AVANT   Dom Lug 05, 2009 3:40 pm






Proprio
mentre si stava esaurendo il filone delle Crociere, altri importanti
avvenimenti si preparavano
a segnare la storia del Double Chevron. Alcuni negativi, come la
scomparsa del fondatore nel 1935, altri decisamente straordinari.

In
particolare, il 24 marzo 1934 era stata presentata ai concessionari
della marca una nuova vettura,
poi consegnata al primo cliente il 7 maggio di quell’anno, che
avrebbe rivoluzionato la meccanica dell’automobile: la Citroën Traction
Avant. Era il frutto di un’indimenticabile "cavalcata" che
l’anno precedente aveva visto l’azienda impegnata nella demolizione e
nella ricostruzione, in soli sei mesi, della fabbrica di Quai de Javel,
trasformata in un gioiello produttivo, da mille unità al giorno, con
due catene di
montaggio parallele posizionate al di sotto di una navata di vetro e
acciaio. Contemporaneamente a questi lavori, durante i quali non venne
sospesa la normale produzione, che procedeva al ritmo
di 250 unità al giorno, arrivò in azienda André Lefebvre, l’ennesima
scommessa vincente di André Citroën. Questo ingegnere quarantenne, che
aveva già lavorato per Voisin e Renault, aveva un sogno
nel cassetto per quell’"automobile del domani", che Citroën
inseguiva da tempo. Si trattava della trazione anteriore, un progetto
che in quel momento soppiantò anche l’idea, altrettanto geniale
della 2CV, la vetturetta a grande diffusione con motore bicilindrico
boxer…

Il via al progetto industriale venne dato nel marzo del 1933, mentre le prime vetture uscirono dalla
catena di montaggio appena diciotto mesi più tardi: un record se si pensa allo standard di 60 mesi.

Tra
i "padri" della Traction Avant, oltre a Citroën e Lefebvre, va
ricordato anche Maurice Sainturat, il
geniale ingegnere che creò l’avanzato motore quattro cilindri con
valvole in testa e camicie amovibili e Flaminio Bertoni. All’artista
italiano, pittore e scultore, si deve la linea della nuova
vettura. Il merito più grande di Bertoni è quello di aver intuito
che ai contenuti tecnici di avanguardia della Traction dovevano
corrispondere linee, volumi e aerodinamica inediti e
rivoluzionari. Realizzò il primo modello della Traction scolpendolo
in plastilina e lo presentò a Citroën e alla moglie Giorgina,
apprezzatissima "consulente" per le questioni estetiche, che
aveva già proposto per gli interni tessuti simili al Jersey grigio
appena lanciato da Coco Chanel. A ribadire la validità della forma
"base", entusiasticamente approvata dai…coniugi Citroën,
nacquero in seguito tutta una serie di riuscite varianti come la
cabriolet, la limousine e tante altre ancora.

Un
ruolo importante nel costruire il fenomeno Traction lo ha avuto anche
Charles Bull. C’era infatti il
problema del giunto cardanico che doveva permettere al motore di
trasmettere il movimento di rotazione alle ruote anteriori. Per la PV
(Petit Voiture), come veniva indicata la Traction in fase di
sviluppo, Citroen aveva pensato a un cambio automatico, che però
poneva tutta una serie di inconvenienti, e Bull dovette ricorrere a
tutta la sua abilità per smontare la "fissa" del
patron…

All’inizio della primavera del ’34, comunque la vettura era pronta, e in maggio venne posta in vendita a
17.700 franchi. Poi al Salone di Parigi il 3 ottobre ottenne quello che oggi chiameremmo un…bagno di folla.

Nel primo anno, ovviamente non completo, di produzione ne furono realizzati 30.548 esemplari, mentre già
prima della guerra si arrivò a un ritmo di quasi 60.000 pezzi l’anno.


La Traction è poi rimasta in produzione fino al 1957. Ne sono state prodotte 758.948 comprendenti oltre
all’iniziale "7" anche i modelli "11", "15" e persino nove prototipi di 22CV con motore otto cilindri a V da 140 km/h.

Poi la Traction ha lasciato il passo a un altro capolavoro di Lefebvre e Bertoni pure destinato a
segnare la storia dell’automobile e di Citroën: la"dea" DS.

UN’AUTO RIVOLUZIONARIA CON UNA TECNICA RIVOLUZIONARIA

Al momento della sua comparsa, la Traction Avant era un’automobile
veramente avanti ai suoi tempi e non
solo per la trazione anteriore, ma anche per l’insieme di
innovazioni che riguardavano la carrozzeria, che per la prima volta era
priva di predellino, il motore galleggiante a quattro cilindri in
linea con albero a tre supporti e valvole in testa da 1303 cc (72 x
80 mm) alimentato da un carburatore Solex orizzontale, da 32 CV a 3200
giri/min, la velocità di 100 km/h, il cambio a tre
velocità con la seconda e la terza sincronizzate e la leva di
comando sul cruscotto, i freni a tamburo anteriori e posteriori, le
sospensioni con barre di torsione anteriori e posteriori, le
ruote anteriori indipendenti! La Citroën Traction Avant 7 era lunga
4,45 metri, larga 1,62 metri, alta 1,52 metri, con una passo di 2,91
metri e un peso di 900 kg. Il consumo era di 9 litri per
100 km.

Il secondo modello che viene proposto nella galleria delle “Auto che hanno
cambiato la
storia” è la Citroën Traction Avant, la vettura che ha segnato la
prima parte della storia della Casa francese e che come indica la
denominazione ha imposto la rivoluzione del “tutto
avanti”.

CITROËN TRACTION AVANT
TUTTO AVANTI



Gli anni a cavallo tra il 1933 e il 1935 sono tra i più cruciali nella
storia della Citroën. Perseguendo
l’obiettivo di una produzione di 1000 vetture al giorno, Andrè
Citroën decide di abbattere i vecchi stabilimenti di Quai de Javel,
sostituendoli sempre nella stessa area con nuovi e più moderni
impianti. Contemporaneamente nasceva la Traction Avant 7, presentata
ai concessionari il 18 aprile 1934. Ma solo quindici mesi più tardi, il
15 luglio 1935, mentre l’azienda vive una difficile
crisi finanziaria, alla fine risolta con il passaggio alla Michelin,
Andrè Citroën scompare a soli cinquantasette anni e in pratica non può
assistere al successo della sua ultima vettura, accolta
un anno prima da “Le Journal” con queste parole “Essa è così
nuova, audace e ricca di soluzioni originali, così diversa da ciò che si
è realizzato fino ad oggi da meritare l’epiteto di
sensazionale”.

In effetti, la nuova Citroën racchiude una serie di novità tecniche
davvero notevoli. In primis la
trazione anteriore, poi il telaio monoscocca, le sospensioni a barra
di torsione, la forma aerodinamica, i freni a comando idraulico, il
motore con valvole in testa, cui si sarebbe aggiunto anche
lo sterzo a cremagliera. L’idea della Traction Avant si deve
soprattutto ad André Lefebvre, allora quarantenne, entrato in Citroën
nel marzo del 1933, dopo le esperienze in Voisin e Renault.
Citroën sposa subito il progetto della trazione anteriore perorato
da Lefebvre, “presentando oggi l’automobile di domani”, tanto
da rimandare l’altra grande idea che ha tanto a cuore, la
piccola vettura di grande diffusione con motore piatto due cilindri
contrapposti, che più tardi originerà la 2CV. Una decisione davvero
cruciale, perché come scrive Jacques Wolsinger “Per
molto tempo, il termine “traction” sarebbe stato sinonimo di “Citroën” e viceversa”.

Presa
la decisione, ci vorranno appena 18 mesi per arrivare alla produzione
della Traction. Con Citroën e
Lefevre un ruolo chiave lo giocano il geniale ingegnere Maurice
Sainturat, cui si deve il motore quattro cilindri - 1303 cc (72 x 80
mm), con valvole in testa, camicie amovibili, alimentato con
un carburatore Solex orizzontale, e capace di 32 CV - e lo scultore
italiano Flaminio Bertoni che disegna la carrozzeria, per la prima volta
priva di predellini. Un altro contributo importante
arriva da M.me Citroën, che per i sedili suggerisce un tessuto che
richiama il jersey appena lanciato da Coco Chanel e da Charles Brull che
per la “PV” – Petit Voiture, secondo il nome interno -
riesce a imporre la soluzione di un cambio meccanico a tre marce,
con seconda e terza sincronizzate, e leva di comando sul cruscotto,
invece dell’automatico come preferirebbe il patron. Le altre
caratteristiche tecniche salienti della Traction, che può
raggiungere la velocità massima di 100 km/h, e ha un consumo di 9
litri/100 km/h, sono i freni a tamburo, anteriori e posteriori, con
comando idraulico, le sospensioni a barre di torsione anteriori e
posteriori, con le ruote anteriori indipendenti, i pneumatici 140x40. Le
dimensioni sono le seguenti: 4,45 metri in lunghezza,
1,62 metri in larghezza, 1,52 metri in altezza, con un passo di 2,91
metri, carreggiata anteriore 1,34 metri, carreggiata posteriore 1,32
metri, e un peso di 90 kg.



La prima Traction Avant 7A è pronta all’inizio della primavera del 1934.
Sarà via via sostituita dalla 7B
con motore 1.5 litri, disponibile anche in versione coupè e
roadster, dalla 7C con un 1.6 litri da 36 CV e dalla 7 Sport con motore
1.9 litri. Il prezzo iniziale si aggira sui 17.700 franchi. Al
Salone di Parigi, nel mese di ottobre 1934, viene esposta tutta la
nuova serie della Traction Avant, che comprende i modelli 7, 11CV con il
motore 1.9 litri e 22CV con motore 8 cilindri, nelle
versioni berlina, limousine e falsa cabriolet, che con François
Lecot è subito protagonista di una cavalcata di 5.400 km
Parigi-Mosca-Pechino.
Già
nel 1934, la Citroën Traction Avant viene prodotta in 30.548 unità e
alla vigilia della guerra sfiora
i 60.000 pezzi annui. Il record di produzione della Traction sarà
poi stabilito nel 1952 con 67.407 unità. Nel 1954 c’è l’ultimo grande
exploit tecnico della Traction: il modello 15 Six viene
infatti dotato di una sospensione posteriore idropneumatica che
anticipa l’arrivo del nuovo grande successo della Citroën, la DS.

Complessivamente,
nelle sue varie versioni, la Traction è stata prodotta in 758.948
unità. L’ultima
Traction esce ufficialmente dalle catene di montaggio di Quai de
Javel il 25 luglio 1957 con una familiare. La sua avventura è durata
esattamente 23 anni e 4 mesi, ma rimane uno dei cardini della
storia dell’automobile.

È stata anche protagonista di numerosi telefilm. Fra i più famosi: "La prima
notte di quiete"con Alain Delon.


Ultima modifica di Patatony il Mar Nov 01, 2011 8:37 pm, modificato 4 volte
Tornare in alto Andare in basso
liberopensiero2cvllistico
simpatizzante
simpatizzante
avatar

Numero di messaggi : 88
Data d'iscrizione : 21.04.09
Età : 49
Località : SLO

MessaggioTitolo: Re: TRACTION AVANT   Lun Lug 06, 2009 9:49 am

...e' in lista... 39 ...sacrificando il Mercedes W123 ... 34
Tornare in alto Andare in basso
Patatony
fedeltà
fedeltà
avatar

Numero di messaggi : 899
Data d'iscrizione : 16.04.09
Età : 53
Località : Viù

MessaggioTitolo: Re: TRACTION AVANT   Ven Nov 05, 2010 10:41 am

UN SITO INTERESSANTE PER I TRACTIONISTI!!!
http://dai.ly/9Pcko6

http://www.globe-driver.fr/index.php
Tornare in alto Andare in basso
Patatony
fedeltà
fedeltà
avatar

Numero di messaggi : 899
Data d'iscrizione : 16.04.09
Età : 53
Località : Viù

MessaggioTitolo: Re: TRACTION AVANT   Mar Ago 30, 2011 6:59 pm

il video di Quattroruote


http://tv.quattroruote.it/c-era-una-volta/video/citroen-traction-avant/

Tornare in alto Andare in basso
ALMAURI65
favorito
favorito
avatar

Numero di messaggi : 400
Data d'iscrizione : 22.07.09

MessaggioTitolo: Re: TRACTION AVANT   Lun Set 26, 2011 11:40 am

liberopensiero2cvllistico ha scritto:
...e' in lista... 39 ...sacrificando il Mercedes W123 ... 34

....... guarda che meraviglia I love you ....... 9000 €uro in Italia la pagheresti non meno di 15000 €....

http://www.anciennes.net/annonce.php?n=201143003&rec_nouv=&rec_img=&dr1=&dr2=&dr3=&catrec=2000&rec=citroen%20traction


Tornare in alto Andare in basso
Panzerfaust
simpatizzante
simpatizzante
avatar

Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 01.03.11
Età : 47
Località : Trento

MessaggioTitolo: Re: TRACTION AVANT   Mar Set 27, 2011 7:40 am

Gran bel colore
Tornare in alto Andare in basso
http://www.idropneumatica.com
Patatony
fedeltà
fedeltà
avatar

Numero di messaggi : 899
Data d'iscrizione : 16.04.09
Età : 53
Località : Viù

MessaggioTitolo: Re: TRACTION AVANT   Mar Set 27, 2011 7:11 pm

questa si trova un po' lontana ma è disposto a consegnarla... peccato abbia il motore bloccato, ma è più difficile trovare una T.avant a questo prezzo che un motore da sostituire Wink







CITROEN TRACTION 11B - 1953
2 200 €


http://www.anciennes.net/annonce/201142570-Ventes-Auto-CITROEN-TRACTION-11B.html?fk=1&rec_img=1&rec=CITROEN%20TRACTION



Tornare in alto Andare in basso
Patatony
fedeltà
fedeltà
avatar

Numero di messaggi : 899
Data d'iscrizione : 16.04.09
Età : 53
Località : Viù

MessaggioTitolo: Re: TRACTION AVANT   Mer Set 28, 2011 1:36 pm

Tornare in alto Andare in basso
fedeesse
simpatizzante
simpatizzante
avatar

Numero di messaggi : 80
Data d'iscrizione : 05.02.10
Età : 35
Località : Como

MessaggioTitolo: Re: TRACTION AVANT   Mar Ott 04, 2011 12:22 am

favolosa quella postata da almauri.. che voglia! bellissima la TA.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.fedeweb.altervista.org
Patatony
fedeltà
fedeltà
avatar

Numero di messaggi : 899
Data d'iscrizione : 16.04.09
Età : 53
Località : Viù

MessaggioTitolo: Re: TRACTION AVANT   Gio Nov 22, 2012 8:42 pm

[youtube][/youtube]
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: TRACTION AVANT   

Tornare in alto Andare in basso
 
TRACTION AVANT
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Prima pulizia interna Audi A4 Avant...cosa uso?
» Traction 4x4
» Zanfi..mah...
» Il ferro usa senza parafanghi
» S.Amato Car Care Vs. Audi A4 Avant

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di 2cv & Derivate :: Altre Vetture Storiche Amate dai Forumisti-
Andare verso: